La Basilica di San Petronio - seconda puntata

Amiamo Bologna, conosciamo Bologna!
La nostra è una città antica, in cui ogni mattone del centro ha una storia da raccontare, se solo sappiamo ascoltarla. (Introduzione)

Moderatore: Nicola

La Basilica di San Petronio - seconda puntata

Messaggioda Nicola » 17 maggio 2010, 8:11

Allora, apriamo una piccola parentesi storica per spiegare perché Carlo V, quel signore sul cui impero non tramontava mai il sole, è stato incoronato nella nostra città.

Si sa che a incoronare l'Imperatore era il Pontefice. Costui, Clemente VII, rifiutò di incoronare Carlo V perché avendo egli ereditato tante terre, col titolo di Imperatore avrebbe costituito un impero troppo grande e potente per non far temere tutte le altre teste coronate d'Europa.

Carlo non si fece demoralizzare dal rifiuto: radunò un esercito di feroci mercenari, i famigerati lanzichenecchi, e marciò verso Roma allo scopo di far diventare Clemente più clemente. Correva l'anno 1527. Chi si ricorda le lezioni di storia del liceo saprà che i lanzichenecchi sono stati i peggiori predoni della storia d'Italia. Ovunque ammazzavano, razziavano tutto ciò che potevano e violentavano tutto ciò che si muoveva ed era di sesso femminile (e forse non sempre rispettavano questa terza condizione, ma lasciamo stare...). Passarono anche per la provincia di Bologna, per esempio a San Giovanni in Persiceto hanno fatto stragi; intoccata rimase Monteveglio, per un piccolo miracolo di cui forse vi parlerò in un'altra puntata.

Giunti a Roma, devastarono la capitale. Il papa stesso si salvò rifugiandosi in Castelgandolfo travestito da cardinale (il cardinale cui aveva dato il proprio abito per distrarre i lanzichenecchi venne crivellato di pallottole). A quel punto si arrese e accettò di incoronare l'Imperatore. L'incoronazione ebbe luogo nel 1530, ma per allora Roma non era ancora stata rimessa in sesto e non si addiceva a fare da quinta per un evento di tale portata.

Ecco quindi la decisione che ci riguarda: si decise di organizzare l'incoronazione nella seconda città dello Stato Pontificio, ovvero Bologna. Ed ecco che, per qualche mese, Bologna divenne la capitale della mondanità e dell'arte di tutta Europa. Non si trovava posto in nessuna locanda neanche a pagarlo a prezzo d'oro. C'erano tutti i migliori artisti dell'epoca (alcuni non lasciarono opere qui, ma incontrarono colleghi e trasmisero idee). C'erano tutti i nobili che contavano. Per fortuna che allora non c'era la parola "gossip", così non si poté dire che Bologna era la capitale del gossip.

Ed arrivò il 7 giugno, giorno dell'incoronazione. Carlo V giunse alla Piazza attraverso Via Clavature. Entrò e fu incoronato. Poi si recò al Palazzo Comunale per un'altra celebrazione "laica" davanti alle autorità civili. Ma essendo ora Imperatore, non volle camminare toccando terra come tutti i comuni mortali: si era fatto allestire per l'occasione una piattaforma di legno che dalla porta principale della basilica conduceva al Palazzo Comunale, in modo da camminare qualche metro sopra le teste della folla. Con lui, a pochi metri di distanza, camminavano alcuni suoi fedelissimi che avevano ricevuto questo onore.

Onore? Forse, ma anche maledizione. Poco dopo il passaggio dell'Imperatore, la piattaforma si ruppe ed il condottiero più valoroso ed amato di Spagna, un certo Miguel, precipitò nel vuoto morendo sul colpo. Carlo V lo fece seppellire con tutti gli onori alla Certosa, dove ancora oggi c'è la sua lapide sepolcrale. Pensate un po', se si fosse rotta la piattaforma pochi istanti prima, avremmo avuto un Imperatore defunto fresco fresco di nomina. Nemmeno Hitchock avrebbe potuto pensare ad un finale del genere.

Un altro segno del passaggio di Carlo V a Bologna si conserva nel Palazzo Comunale. Ma ve ne parlerò a tempo debito.

Ora però chiudiamo la parentesi storica e torniamo ad ammirare qualche particolare bizzarro contenuto nella Basilica di San Petronio.

Alla prossima puntata.

Nicola
Nicola
 
Messaggi: 161
Iscritto il: 15 ottobre 2009, 6:48

Re: La Basilica di San Petronio - seconda puntata

Messaggioda Alba Pipoli » 20 maggio 2010, 13:15

Ciao Nicola, come stai?
Avrei una richiesta da farti, racconteresti nel forum la vera storia delle Due Torri.. magari cominciando anche con… C’era una volta…
Grazie tante
A presto Alba
Alba Pipoli
 
Messaggi: 88
Iscritto il: 20 ottobre 2008, 10:46
Località: Bologna

Re: La Basilica di San Petronio - seconda puntata

Messaggioda Nicola » 20 maggio 2010, 18:22

Cara Alba,

la tua richiesta è stimolante, ma... Non conosco la vera storia delle Due Torri! A parte la leggenda della scommessa, ci sono varie ipotesi sulla loro edificazione, ma nessuna certezza consolidata.

Potrei parlare delle Due Torri, magari appena finisco il ciclo di San Petronio. Abbiate pazienza, sono ancora due sole puntate...

Nicola
Nicola
 
Messaggi: 161
Iscritto il: 15 ottobre 2009, 6:48


Torna a Più Dotti nella Dotta

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite