TRATTORIA BARSOTTI - Marzabotto

In questa sezione trattiamo di un aspetto che ha reso Bologna famosa in tutto il mondo: La Gastronomia.
Troverete recensioni riguardanti ristoranti, osterie, trattorie, pizzerie, agriturismi, locande, gastronomie, rosticcerie, bar, self-service, fast food, fornai e tutte le altre attività che distribuiscono cibi e bevande, ovviamente esclusivamente esercizi che gravitano nel comprensorio di Bologna e provincia.
Potete integrare le recensioni con i vostri commenti o segnalarci realtà interessanti non ancora recensite scrivendoci a gastronomia@bolognesita.it

Moderatore: Paolo Trevisani

TRATTORIA BARSOTTI - Marzabotto

Messaggioda Alfonso Buriani » 29 maggio 2012, 15:02

Spinto da diverse indicazioni, non ultima la recensione di qualche tempo fa di Paolo su Repubblica, ho provato una decina di giorni fa il locale in oggetto.

Cercherò di essere sintetico nelle impressioni.
Antipasto di FOIE GRAS D'OCA SPADELLATO CON MELA CAMPOLINO ALLA VANIGLIA, ACQUA DI POMODORO E PAN DI NOCI: la scaloppa era evidentemente tirata fuori dal freezer e la cottura è risultata un disastro, fredda all'interno e bruciacchiata dentro (con sentori di bruciato veramente intensi). Penso che il foie gras debba meritare particolare attenzione nella cottura, una minima sbavatura ed il piatto è sbagliato. Qui ho rilevato due sbavature gravi.
Primo piatto: gli GNUDI DI RICOTTA E PECORINO, CENTRIFUGATO DI ORTICA E SEMI DI ZUCCA SAPIDI di mia moglie erano freddi, i miei GNOCCHETTI DI CACAO CON RAGÙ DI FARAONA TAGLIATO AL COLTELLO, PEPE ROSA E CHIPS DI AGLIO NUOVO, in compenso, bruciavano. Ma nel senso che il piatto (la stoviglia, intendo) bruciava, sintomo evidente che era un piatto precotto ed infilato in un qualche forno (tradizionale o microonde, non so).
Anche perchè il tempo cronometrato dall'antipasto al primo si è attestato sui 30 secondi netti!
Il secondo piatto devo dire che, nella sua "banalità" (escludendo l'abinamento con il torrone), era molto buono: AGNELLO DI LIZZANO IN BELVEDERE, MORBIDO E CROCCANTE, CON AGRETTI E TORRONE. Ottimo nella cottura (e, visti i piatti precedenti, diventa un vero stupore), nel sapore e nella consistenza.

Carta dei vini immensa e molto importante (soprattutto nella parte francese).

Ho notato, nonostante fosse sabato sera, la poca affluenza nel locale. Segno dei tempi?
Servizio abbastanza “distratto” (al momento dei dessert, dopo aver domandato cosa preferisse mia moglie, la cameriera si è dimenticata di me …).

Conto finale per 2 antipasti, 2 primi, un secondo, un dolce, come vino riesling della Mosella (Kerpen 2006, prezzo € 30): totale € 114

Personalmente, in funzione del fatto che non puoi sbagliare due piatti su tre, che il locale è sito in Marzabotto, che il servizio non è stato il massimo dell’accortezza, che trattasi di locale più vicino alla trattoria che al ristorante, trovo il rapporto qualità/prezzo fuori dal mercato.

Peccato, perché leggendo il menu ero parecchio invogliato e devo dire che dal punto di vista della creatività i piatti erano veramente interessanti. Ma alla creatività deve seguire la tecnica di esecuzione.

Ultimamente non ne infilo una giusta.

Alla prossima
Alfonso Buriani
 
Messaggi: 209
Iscritto il: 2 dicembre 2008, 16:58

Torna a Bologna La Grassa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite

cron