Guida de L'Espresso 2013

In questa sezione trattiamo di un aspetto che ha reso Bologna famosa in tutto il mondo: La Gastronomia.
Troverete recensioni riguardanti ristoranti, osterie, trattorie, pizzerie, agriturismi, locande, gastronomie, rosticcerie, bar, self-service, fast food, fornai e tutte le altre attività che distribuiscono cibi e bevande, ovviamente esclusivamente esercizi che gravitano nel comprensorio di Bologna e provincia.
Potete integrare le recensioni con i vostri commenti o segnalarci realtà interessanti non ancora recensite scrivendoci a gastronomia@bolognesita.it

Moderatore: Paolo Trevisani

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda AVVOCATO » 19 ottobre 2012, 15:10

Dipende...Ok i primi due, per me in Bologna e provincia indiscutibili...
Ok ai due succssivi, se il voto è ai meravigliosi portici di Bologna e ai Leoni...i Tre Leoni....altrimenti, no..non mi ci ritrovo...
Il resto ci può stare...

Cmq le guide ultimamente faccio un pò fatica a "capirle"...Parini è al Povero Diavolo dal 2006, e solo ora è stato scoperto....Vittorio di Brusaporto su una guida ha preso 8 punti in una volta, eppure i Cerea è un pezzo che sono sulla piazza...e di esempi che non capisco ce ne sono tanti altri, ma questo non è il luogo per parlarne, scusate!!!
AVVOCATO
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 2 aprile 2012, 10:48

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda Paolo Trevisani » 19 ottobre 2012, 15:47

Se per questo la Francescana una decina d'anni fa per l'Espresso valeva 13,5...
E altri esempi non mancano.
Ci vuole un po' di tempo perchè uno chef/ristorante si consacrino e consolidino il loro voto nelle guide.
E lo stesso vale anche quando, invece di crescere, scendono in classifica.
Gli ispettori vanno con i piedi di piombo. E' facile prendere delle cantonate, sia in una direzione che nell'altra.
Paolo Trevisani
 
Messaggi: 418
Iscritto il: 29 settembre 2008, 8:24

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda Gianni » 19 ottobre 2012, 16:16

Io invece mi permetto una osservazione, nata spontanea quando ho acquistato la guida dei Vini che è un pò la sorella di quella dei ristoranti.
Il prezzo: è vero che è un bel librone, fatto con materiali di qualità e sicuramente richiede molto lavoro, però mi è sembrato un tantino alto in tempi di crisi.
22 Eurini (da moltiplicare per due se si vuole fare l'en plein tra vini e ristoranti) sono una bella spesuccia.
Per la cronaca va anche detto che è comunque lo stesso prezzo dell'anno scorso.
Gianni
 
Messaggi: 126
Iscritto il: 6 ottobre 2008, 8:15

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda AVVOCATO » 19 ottobre 2012, 16:59

Concordo...ma sono le impennate improvvise che mi fanno sempre un pò sorridere, anzi...sorprendere!!! Una crescita o una discesa costante, salvo un anno "no" che può derivare da qualunque improvviso motivo, ci stanno...che si accorga dei Cerea il Gambero Rosso solo ora e ad un tratto prendano un + 8 in una volta, dove in altre guide da tempo erano ai vertici 8 aggiungo meritatamente), no, non ci sta!!! Lo stesso vale per Parrini...più che una crescita costante, è stata una impennata, ben preannunciata a livello mediatico da tempo....

P.s. non sto dando giudizi ai ristoranti, parlo solo di metodo di giudizio....quasi quasi grido Marchesi forever!!!
AVVOCATO
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 2 aprile 2012, 10:48

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda Paolo Trevisani » 22 ottobre 2012, 9:42

Ciao Avvocato,
la Guida del Gambero Rosso non la seguo da anni. Non mi sono mai ritrovato nei giudizi.
Per quanto riguarda quella dell'Espresso, non mi risultano impennate di voto superiori al punto/punto e mezzo.
Anche il Povero Diavolo, che oggi vale 18/20, mi pare sia salito gradualmente negli ultimi 4 anni.
Nel 2009 valeva 15,5/20 (di questo sono sicuro), poi, mi pare: nel 2010 16,5/20, nel 2011 17/20, nel 2012 18/20, il voto che vale oggi.
Un'ascesa costante senza strappi a riconoscimento del suo valore assoluto.
Infatti, sono pochi i ristoranti che Le Guide apprezzano sempre più anno dopo anno, solo una manciata in Italia.
Una domanda, perchè non ti piace il Povero Diavolo? Cosa hai mangiato che non ti ha convinto nella tua/e visita/e?
Paolo Trevisani
 
Messaggi: 418
Iscritto il: 29 settembre 2008, 8:24

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda AVVOCATO » 22 ottobre 2012, 14:16

Ciao Paolo, ti ringrazio delle delucidazioni sulle guide...Non intendevo l'espresso, ma proprio il gambero rosso!!! Ho sempre letto quella, e negli anni ho visto le cose che dicevo prima, per me diventate incomprensibili...

Come ti dicevo, il mio era un giudizio non legato al singolo ristorante, ma a come le guide considerano certi ristoranti ( e ribadisco, più che le guide, dovrei dire la guida del gambero...). Nulla contro Parrini, anche perché da lui non ci sono mai stato ( sempre perché influenzato da un pensiero che mi ero fatto io con quella guida)...ma non mancherò di andarci presto, proprio anche alla luce delle tue precisazioni!!!

Le guide a me personalmente servono e le seguo per avere un'idea di dove andare "senza" prendere grosse cantonate...poi però non mi faccio influenzare ma mi faccio una mia "classifica" personale, anche perchè mentire a se stessi sarebbe proprio da stupidotti!!!! E sono proprio curioso di vedere dove metterò il Povero Diavolo...

Beh, sarà interessante leggere le tue impressioni sul Povero Diavolo e su Parini (con una r)...
Ciao
AVVOCATO
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 2 aprile 2012, 10:48

Re: Guida de L'Espresso 2013

Messaggioda Paolo Trevisani » 22 ottobre 2012, 15:55

Gianni ha scritto:Io invece mi permetto una osservazione, nata spontanea quando ho acquistato la guida dei Vini che è un pò la sorella di quella dei ristoranti.
Il prezzo: è vero che è un bel librone, fatto con materiali di qualità e sicuramente richiede molto lavoro, però mi è sembrato un tantino alto in tempi di crisi.
22 Eurini (da moltiplicare per due se si vuole fare l'en plein tra vini e ristoranti) sono una bella spesuccia.
Per la cronaca va anche detto che è comunque lo stesso prezzo dell'anno scorso.


La tua considerazione è sacrosanta. Le Guide costano troppo. Costano troppo, perchè costa troppo farle in maniera seria.
Non credo proprio che l'editore di una Guida guadagni dalla vendita, forse rientra delle spese grazie alla pubblicità, ma non ci giurerei.
Così come non giurerei che le Guide, così come sono attualmente strutturate, dureranno a lungo.
Gli elevati costi di realizzazione, l'immobilismo rispetto al web, sono grossi limiti che ne minano la longevità.
Vedremo...
Paolo Trevisani
 
Messaggi: 418
Iscritto il: 29 settembre 2008, 8:24

Precedente

Torna a Bologna La Grassa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite

cron